Sezione Palestre

Palestre e Istruttori.

SCIOGLIMENTO ASD (associazione sportiva dilettantistica)

chiusura_venezia

L’associazione si estingue per le cause previste ne|l’atto

costitutivo e statuto owero perché è venuto meno lo

scopo che ne ha determinato la costituzione o perché è

diventato impossibile raggiungere detto scopo. Nel caso in

cui Fassociazione sia dotata di personalità giuridica, il D.P.R.

10.02.2000, n.361, all’art.6, prevede che “La prefettura, la

regione owero la provincia autonoma competente accerta, su

istanza di qualunque interessato 0 anche d’ufficio, Fesistenza

di una delle cause di estinzione della persona giuridica previste

daiI’articolo 27 del codice civile e dà comunicazione della

dichiarazione di estinzione agli amministratori e al presidente

del tribunale”.

L’assemblea delibera lo scioglimento del sodalizio e

contestualmente prowede alla nomina dei liquidatori

che sostituiscono gli amministratori negli adempimenti

gestionali previsti in fase di liquidazione. Ai fini della validità

della delibera assembleare è necessario verificare il quorum

- costitutivo e deliberativo – previsto in statuto. Qualora

l’associazione sia dotata di personalità giuridica è in ogni

caso necessario che il prowedimento sia adottato con il

voto favorevole di almeno tre quarti degli associati. Nella

fase di liquidazione si prowede al ripianamento di tutte le

passività, di regola mediante la cessione dei beni residuanti

nel patrimonio dell’ente.

I liquidatori prowedono quindi a convocare l’assemblea

per |’individuazione del soggetto cui devolvere |’eventuale

patrimonio residuo qualora ciò non fosse stato già previsto

in sede di delibera di scioglimento del sodalizio. Il soggetto

beneficiario può essere già definito dallo statuto o la sua

‘individuazione può essere condizionata dalla normativa di

settore.

I patrimonio di associazioni e società sportive dilettantistiche

dovrà essere devoluto in ogni caso a fini sportivi (ex art.9O

_egge 289/2002). Previa acquisizione del parere dell’Agenzia

per il Terzo Settore, adempimento questo previsto come

prerequisito per accedere alle agevolazioni fiscali (ex art.148,

8 comma del TUIR).

Detta Agenzia è stata di recente soppressa (in virtù del

Decreto Legge 16/2012) e le sue funzioni trasferite al

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il parere di devoluzione deve quindi essere inviato al Ministero

del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale per il

Terzo Settore e le Formazioni Sociali, Via Fornovo. 8, 00192

Roma – E-mail: segreteriatecnicadir@lavoro.gov.it. La richiesta

di parere dovrà essere inviata secondo le procedure descritte

nel sito wwW.lavoro.gov.it, Area Sociale, Agenzia Terzo Settore,

Documenti, dove è possibile anche scaricare il fac-simile di

istanza di parere.

FONTE WWW.UISP.IT GUIDA PRATICA

Cosa pensi di questo articolo? Commenta e condividi!

Scrivi una recensione

Devi Registrarti per scrivere una recensione.

Potrebbe interessarti anche…

  • STRIKE ZONE cos’è?

    Lo Strike Zone ® è una nuova metodologia di allenamento di origine italiana, brevettata e diffusa dal trainer Enrico Olivieri. Nel gioco...

  • POLE DANCE cos’è?

    La pole dance è un mix di ginnastica e danza con la pertica. Spesso erroneamente confusa con un’altra attività che non è...

  • CONFESSIONI DI UN ALLIEVO DIVENTATO ISTRUTTORE

    Avevo 18 anni quando per la prima volta misi piede in un centro fitness. Il mio unico scopo era quello...

  • POWER STRETCHING cos’è?

    Negli esercizi di stretching tradizionali, sono utilizzati i movimenti per trovare l’esercizio ottimale di allungamento muscolare. Nel power stretching l’esercizio...

  • ACQUA ZUMBA, ACQUA DANCE cos’è?

    L’ultimissima tendenza dell’acqua fitness si chiama acqua dance. L’acqua dance può essere considerato come il successore di acquagym. L’acqua dance è...

STUDIO GRAFICO ETICHETTATI.it